Menu

Giant Reign 2 GE Test

Colorazioni

Matte Red/ Black

Telaio

ALUXX SL-Grade Aluminum, 160mm Maestro Suspension

Forcella

RockShox Yari RC Solo Air, 160mm Travel, Boost 15x110 Maxle Lite QR, Tapered, Custom 46mm Offset

Ammortizzatore

RockShox Deluxe RT, Trunnion Mount

Manubrio

Giant Contact SL DH, 800x31.8mm

Attacco manubrio

TruVativ Descendant

Tubosella

Giant Contact Switch, Dropper post with Remote, 30.9mm

Sella

Giant Contact, (Neutral)

Leve del cambio

Shimano SLX, 1x11

Cambio

Shimano SLX, Shadow+

Freni

Shimano Deore [F] 200mm [R] 180mm, Hydraulic Disc

Comandi freno

Shimano Deore

Pacco pignoni

CS-M7000, 11-46t

Catena

KMC X-11

Guarnitura

Shimano SLX, 32t with MRP AMG V2 Guide

Drop movimento centrale

Shimano PressFit

Cerchi

Giant P-AM2, Tubeless Ready

Mozzi

[F] Giant Tracker Boost 15x110, Sealed Bearing [R] Giant Tracker 12x148 , Sealed Bearing

Raggi

[F] Giant Tracker Boost 15x110, Sealed Bearing [R] Giant Tracker 12x148 , Sealed Bearing

Coperture

[F] Maxxis Shorty 27.5x2.5, 60 TPI, EXO, TR, Tubeless, [R] Maxxis High Roller II 27.5x2.4, 60 TPI, EXO, TR , Tubeless

 

 

 

Queste sono le caratteristiche di una bicicletta che ha un gran carattere.

La Giant Reign abbiamo avuto modo di provarla a Monte Livata. Montagna della capitale a pochi Km da Roma. Questa bicicletta ci ha veramente stupito lasciandoci molto soddisfatti della giornata passata in sella.

Condizioni del terreno:

Molto umido, radici e sassi un po scivolosi. Il terreno aveva un grip stupendo.

Punti di forza:

Coperture: la Maxxis Shorty e la High Roller sono due gomme con mescola morbida molto grip e sopratutto molta maneggevolezza su parti rocciose e radici umide. Ottima la loro presa sul terreno.

Sospensioni:  facile e ottimo il settaggio sulla Yari, peso rider 83 Kg,  ne abbiamo apprezzato la regolazione e la compressioni in alcuni punti del percorso.

 

Carro: non eccessivamente corto, ma con una misura che ci pemettere anche in salita di lasciare incollata la ruota anteriore al terreno senza perdere il controllo o la stabilità.

Il telaio ha un angolo di sterzo di 65 gradi e un angolo sella di 73 mentre il tubo orizzontale in taglia M di ben 635 mm, è stato progettato per 160 mm di escursione anteriore e posteriore. La nuova geometria aumenta il controllo complessivo senza rinunciare all'efficienza in salita. Il connubio di vari elementi ha trovato  equilibrio tra agilità, leggerezza, accelerazione e controllo

La sospensione posteriore presenta 160 mm di escursione e con l’utilizzo di nuovi ammortizzatori metrici aumenta il feeling con il terreno e la guidabilità della bicicletta. Questo aggiornamento consente una minor torsione ed un rapporto di leva più basso, che migliora l'efficienza di assorbimento delle piccole asperita’ e della pedalata in salita. Il sistema Trunnion offre inoltre un baricentro piu’ basso e la biella superiore è in carbonio Advanced Forged,  questa aumenta la rigidità del telaio.

Conclusioni:                                                  

E’una bicicletta superlativa e versatile che ci ha accompagnato per 4 km di salita in totale confort e senza il bisogno di assumere posizioni strane per trovare comodità nella pedalata.

In discesa abbiamo notato la sua estrema velocita nei cambi di direzione e il suo carattere da macina sassi  nei pezzi rocciosi. Nonostante il modello sia in alluminio ha una buona reattività.

Diciamo che nel complesso è stata valutata 10, qualità prezzo non si discute , a livello di pesi Giant non dichiara il peso effettivo ma è un giustissimo bilanciamento per componenti e peso complessivo della bici.

Non credo sia necessario una volta scatolata effettuare upgrade pesanti, la Reign si presenta da sola senza fare tante storie e le sue caratteristiche carta alla mano sono da vera bici da enduro.

StuntBike -Jackmudandwheels

Torna Indietro